venerdì 11 febbraio 2011

Ćevapčići per l' MTChallenge di febbraio


Come al solito quando parte l'MTChallenge c'è sempre un gran fermento nella blogosfera, come nel mio cervello...e giù a pensare cosa preparare, devo dire che stavolta la sfida è più bella che mai! E qui viene il bello...trattasi di polpette svedesi con un accompagnamento di salsa bruna e mirtilli rossi...e allora perchè non rispolverare le mie origini balcaniche e non presentare un piattino tipico??! Detto Fatto! Le mie sono delle polpette molto speziate, di forma allungata che creano una dipendenza immediata, io ne avrò mangiate delle quintalate, pena, purtroppo, alito leggermente pesantino...ma tanto avevo 10 - 11 anni ed ero in vacanza con la mia nonna, a chi volete che importasse!! Di solito si servono con una salsa piccante a base di peperone e con degli anelli di cipolla cruda, io ho preferito evitare i peperoni che non sono in stagione e ripiegare...se così vogliamo dire...su del cavolo rosso che è comunque decisamente tipico! 

Ćevapčići con insalata agrodolce di cavolo rosso

Per i Ćevapčići:

250g di macinato di manzo
250g di macinato di maiale
50g di lardo ( o pancetta )
1 spicchio d'aglio
prezzemolo tritato
1/2 cipolla tritata finemente
2 cucchiai di paprika dolce
1 cucchiaino di cumino
sale, pepe nero

Per l'insalata di cavolo rosso:

1/2 cavolo rosso tagliato a julienne
mirtilli secchi
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di aceto di mele 
sale, pepe nero
olio evo





Preparazione:
Si comincia col preparare l'insalata di cavolo che va fatta riposare in frigorifero per una notte....quindi...creare un'emulsione con l'olio, l'aceto di mele, un pizzico di sale, pepe nero e il miele, versarlo sul cavolo a julienne, aggiungere i mirtilli secchi, una bella mescolatina ed è pronta per il riposo, questa attesa che oltre a legare bene gli ingredienti e ad ammorbidire leggermente il cavolo, aiuterà a reidratare i mirtilli. E adesso pronti per le polpette...allora...comincio col dire che anche queste andrebbero preparate in precedenza e lasciate riposare in frigo, in modo che tutti i profumi abbiano modo di penetrare nella carne, quello che ne viene fuori è un sapore forte, quindi io vi consiglio se non siete abituati, di diminuire il tempo di riposo diciamo ad un'oretta, invece che una notte. Si comincia dall'aglio, io tolgo il germe interno, lo trito leggermente e poi mettendo il coltello piatto, lo schiaccio più volte facendone una pasta, perchè se c'è una cosa che odio sono i pezzi d'aglio interi! Una volta ridotto l'aglio in una simil purea lo  aggiungo in una boule al macinato, il lardo tritato, la cipolla tagliata finissima, la paprika e il cumino, il prezzemolo sale e pepe, e adesso, come ogni polpetta chiede...via con le mani a mescolare, fino a che tutto è ben amalgamato, o altrimenti avrete delle polpette variegate!! Con il composto si formano delle polpette cilindriche che come dicevo prima vanno fatte riposare un pochino, quindi vanno unte leggermente con dell'olio e cotte su una griglia. Vi consiglio di provarle perchè sono veramente buonissime....questo è un post in diretta, mio marito mi ha vietato di publicare le foto....ma in questo momento in casa mia c'è una specie di brunch!! 

Naturalmente con questa ricetta partecipo all MTChallenge



P.S. piccola modifica postuma sooooloooo per Alessandra...mio marito continua a rifiutarsi, allora vi mostro l'ultimo dei miei nani alle prese con una polpetta...e vi ricordo che erano le 10.30 del mattino!!!

La polpetta che scotta!!!


20 commenti:

  1. ueilà, che velocità!! e che belli questi ćevapčići... purtroppo l'aglio non lo sopporto molto, dici che li posso fare anche senza o si snatura troppo il sapore?
    bravissima!

    RispondiElimina
  2. @Cristina...puoi farli anche senza, diciamo che togli un po il pungente, saranno buonissime lo stesso!

    RispondiElimina
  3. Belle saporite queste polpettine, anche io sto pensando come farle, vedremo. Un abbraccio e buon week-end.

    RispondiElimina
  4. Davvero invitanti, questo è il piatto per cui mio marito morirebbe:))
    Baci

    RispondiElimina
  5. io adoro l'aglio, le spezie e i sapori forti...non ho più dieci anni e a qualcuno magari il mio alito di fata potrebbe dar noia...ma si tratterebbe di una sera, voglio dire...e poi mi farebbe compagnia certamente, anche il socio non si nutre di cibi mentolati!! ahahah Ottime..le proverò!

    RispondiElimina
  6. MA quando ci sei...sei GRANDE!! Sono conquistatissima! una meraviglia! Sentiamo lo svedese adesso ;))

    RispondiElimina
  7. Queste polpette sembrano davvero invitanti...e poi trovo che così infilzate nello stecco siano bellissime!!!

    RispondiElimina
  8. questa è una grandissima figata. Sarà che non c'è un ingrediente per cui non farei follie, cavolo rosso compreso, ma sono assolutamente spettacolari.
    Ma una domanda: perchè il marito ti ha vietato di pubblicare le foto????
    almeno, che ci lasci sognare su quelle!!!
    grazie
    ale

    RispondiElimina
  9. Sai che ho sentito tante volte parlare di questo piatto, ma non ho mai avuto il privilegio di addentare una sola polpettina....forse perchè tutti sanno che non mi fermerei fino ad aver fatto piazza pulita!
    Paprika, spezie.....perfetto, perfettissimo per me!
    Bravissima...un abbraccio

    Fabi

    RispondiElimina
  10. Bellissime davvero, e non si può dubitare della loro bontà.

    RispondiElimina
  11. mmmmmm....che buono!!!
    stupende!

    RispondiElimina
  12. Eccomi ad annusare, leccare e mordicchiare il monitor del computer :-) Io adoro l'aglio e mi piace sentirlo in questo tipo di polpette che guardano verso oriente. Devono essere squisite!
    Brava!

    RispondiElimina
  13. Queste polpette sono proprio invitanti e devono essere squisite...ti copio la ricetta! Ciao, buon fine settimana, Mila

    RispondiElimina
  14. Ricetta spettacolare Greta. Queste polpette sono saporitissime ed è simpatica anche la forma un pò allungata...Non stento a credere che se si inizia se ne mangiano un quintale ;-)...Un bacione

    RispondiElimina
  15. @Mariacristina...decisamente un sapore che si fa ricordare, verrò a sbirciare la tua ricettuzza!
    @Barbara calcola che il mio di marito si è finito tutte le polpette...insalata compresa, alle 10.30 di mattina!
    @Silvia...per una volta non sarà un dramma se invece che fatine diventiamo delle orchesse!!
    @Ginestra...ciaooooooo!!! :x
    @Elenuccia....grazie mille!!

    RispondiElimina
  16. Greta, è meraviglioso! lui- e il modo in cui si mangia le polpette! e a questa età non mentono, quindi è il miglior testimone della loro bontà. Ma quanto è bello, per inciso???
    ale
    p.s. dì a tuo marito che il premio, 'sto mese, è tutto dedicato a lui ;-)

    RispondiElimina
  17. @Alessandra...i primi commenti sono stati..."aiuto non riesco a smettere!" :D
    @Fabiana...devi provarle! Sarà che questo per me è il piatto dei ricordi, ma sono veramente buone! baciotto ciao
    @Ylenia e Eleonora...grazie ragazze!!
    @Alessandro...Ma grazie!! Io ho provato anche ad eliminare l'aglio e anche se devo dire che le spezie fanno benissimo il loro lavoro, chi conosce l'oroginale sa che manca qualcosa!
    @Mila...Diffondiamo bontà!! scopiazzare pure prego! ;)
    @Saretta...Grazie...ci vediamo da te! :x

    RispondiElimina
  18. e brava la nostra Greta.....il tuo maritino rifiuterà ma la soddisfazione della tua pupetta vale 100!!!!E' tenerisima vedendola mangiare....un bacino la stefy

    RispondiElimina
  19. Buonissimi ! li mangio sempre in Slovenia !la sua morte è vero è l' ajvar salsa fatta di peperoni buonissima , si trova anche confezionata !
    Ciao Anna

    RispondiElimina
  20. Delle polpette sfiziose e accattivanti, pratiche nel loro stecco e a prova di morso, come dimostra l'ultima foto ;-)

    Bacio e buona giornata
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina