mercoledì 23 maggio 2012

Pannacotta al latte di cocco...per dirlo con i fiori


Si avvicina l'estate galoppando...no non guardate fuori dalla finestra, io guardavo il calendario, si avvicina la stagione dei cocktails, della freschezza, dei finger food...e a me piace molto sconfinare, lo faccio spesso, in questa che dovrebbe essere la bella stagione mi viene ancora più facile, anche perchè mi tocca esercitarmi con i drinks...fra un po vi racconterò perchè...e quindi assaggia qui, assaggia lì rimangono in memoria abbinamenti che si trasferiscono nella cucina...poi le (St)Renne ci hanno messo lo zampino e mi hanno dato l'occasione giusta per provare ad utilizzare anche i fiori eduli, ho cercato un produttore e sono arrivati in pochissimo...quindi oggi prima contaminazione, la prossima sarà inversa :)
Il punto di partenza sono i Caraibi...anche se in realtà dovrei dire che il punto di partenza sono gli Stati Uniti che sognano i Caraibi...ho fatto una pannacotta al late di cocco e petali di violette cornute, viola del pensiero e calendule...e per stemperare la dolcezza dei graham crackers al muscovado, tutto naturalmente gluten free!


Pannacotta cocco e fiori con gelatina di lime e rhum
con graham crackers gluten free


Ingredienti: per 6/8 porzioni
per la gelatina:
100ml di succo di lime
20ml di rhum ( io l'ho usato chiaro per non modificare il colore della gelatina )
1 foglio di gelatina oro
zeste di lime
per la pannacotta:
200ml di latte di cocco ( in lattina )
200ml di panna liquida ( io ho usato una panna a basso contenuto di grassi )
40g di zucchero semolato
3 fogli di gelatina oro
foglie di violetta cornuta, viola del pensiero e calendula
1 cucchiaio di estratto di vaniglia ( io homemade )
per i graham crackers gluten free: ricetta da qui
1/12 cup di farina di riso
1/2 cup di amido di mais
1 cucchiaino di bicarbonato
1/3 cup di zucchero muscovado
70g di burro freddo
6 cucchiai di latte freddo
3 cucchiai di miele
1 pizzico di sale



Preparazione:
Cominciamo dai biscotti...mescolate le polveri, quindi farina, amido, bicarbonato e sale e zucchero e mescolate e aggiungete il burro, sabbiate, quindi aggiungete il miele e gradualmente il latte ben freddo, lavorate solo finchè sta insieme, quindi formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e mettete a riposare in frigo finchè non è ben freddo ( ricordate che più piatto è il panetto, meno tempo servirà ). Passiamo adesso alla gelatina, ricavate e filtrate il succo dei limes, aggiungete in un pentolino il succo, lo zucchero e il rhum, scaldate leggermente, mettete a bagno i fogli di gelatina, facendo attenzione a non farli aderire tra loro, altrimenti non si reidrateranno e formeranno grumi...strizzate i fogli e scioglieteli nel succo...fuori dal fuoco, aggiungete le zeste di lime e versate sul fondo degli stampini, mettete a rapprendere in frigo. Riprendete la pasta per i biscotti, spolverate il piano di farina di riso e stendetela in un rettangolo non troppo sottile, quindi tagliatela i quadrati...io ho usato uno di quegli attrezzi per tagliare i ravioli, quello multirotella ;), trasferiteli su una placca ricoperta di carta forno, formate i classici buchini sulla superficie e mettete di nuovo a raffreddare in frigorifero. Prepariamo la panna cotta...ora...il latte di cocco è piuttosto grasso, a volte un po oleoso, quindi non volevo esagerare con i grassi, ho usato una panna "light"...anche se può sembrare un ossimoro...secondo me si può tranquillamente sostituire con del latte...mettete a scaldare in un pentolino la panna, il latte di cocco ben agitato, lo zucchero e l'estratto di vaniglia, portate al limite del bollore. Ammollate la gelatina, strizzatela e scioglietela nel composto cocco/panna, lasciate riposare fino a che non si intiepidisce...altrimenti aggiungendo i fiori i petali "cuocerebbero" e cambierebbero sapore, odore e colore...quando va bene per il vostro dito, aspettate ancora qualche minuto. Preriscaldate il forno a 180° e cuocete i biscotti per circa 15 minuti...ruotando la placca a metà cottura, fateli raffreddare su una gratella. Posizionate i petali sulla gelatina, mi raccomando controllate che sia ben rappresa prima, quindi aiutandovi con un cucchiaio versate la pannacotta a filo e mettete in frigo per almeno 3 o 4 ore. Non vi resta che sformare e sevire! Ultima raccomandazione...occhio ai prodotti e alle contaminazioni!

Con questa ricetta partecipo all'ultima tornata delle (St)Renne Gluten Free "Grazie dei Fiori"


44 commenti:

  1. Questa ricetta mi ha davvero conquistata!

    RispondiElimina
  2. ma esiste la panna a basso contenuto di grassi? la ricetta è un capolavoro!

    RispondiElimina
  3. che buona cara!! e con quei fiorellini è proprio deliziosa!!

    RispondiElimina
  4. una panna cotta da leccarsi i baffi e questi fiorellini sono favolosi

    RispondiElimina
  5. Quanta voglia di primavera (che si fa un po' attendere!!) nella tua splendida ricetta! Un abbraccio, Iolanda

    RispondiElimina
  6. Che delicatezza questa panna cotto davvero spettacolare con le violette...mmmm, già l'adoro e poi il latte di cocco quanto mi piace!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  7. Un quadro stupendo questo!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Che belle così candide!! ma dove li trovi i fuori per uso alimentare?

    RispondiElimina
  9. è una meraviglia...complimenti...

    RispondiElimina
  10. Già solo con le violette mi hai conquistata!


    Alice
    http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  11. Deliziosa! E davvero estiva! Se non guardo fuori dalla finestra, mi sembra di essere in estate!
    Brava, come sempre!

    RispondiElimina
  12. Ogni volta che passo da qui e trovo una ricetta senza glutine, rimango a bocca aperta! Speciale la tua preparazione con i fiori, ma i biscotti sono una chicca! Li rifarò prestissimo!
    Un bacio enorme!
    P.s. Cosa è la gelatina oro? E' solo colorata o altro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Stefania è il grado di potenza! :) per dirla in parole commerciali quella Paneangeli è oro

      Elimina
  13. mi sono innamorata di questa pannacotta! sarà che le foto sono meravigliose, sarà per tutti quei fiori! ma la gelatina oro? cos'è?
    comunque davvero complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho risposto su a Stefania...è praticamente la più "potente" come dicevo su di quelle che si trovano in commercio quella Paneangeli sono sicura sia oro, comunque dovrebbe esserci scritto...in pratica non hanno tutte lo stesso potere gelificante :)

      Elimina
  14. questa tavola è una meraviglia, è tutto così primaverile e fresco...

    RispondiElimina
  15. Greta che particolare questa panna cotta! Ne ho viste mille versioni, (con gli albumi, al caffè etc,) ma al latte di cocco e coi fiori mi mancava davvero! Fortuna ci sei tu a regalarci certe chicche! I biscottini poi sono perfetti per un'amica che tra poco verrà a cena ed è celiaca! Grazie come sempre per la tua originalità! Ti abbraccio! Any
    P.S.
    Ti stai organizzando per quel che sai tu??? Dacci almeno qualche anteprima... ti aspettiamo fiduciose! ^__^

    RispondiElimina
  16. Alla fine sei riuscita a procurarteli questi fiori e ne hai tirato fuori un dessert che porta a terre lontane,che lascia sognare un sole tropicale...si, ma quando qui da noi?? ;)

    Mi piace sognare e mi piace tutto di questo dessert, il latte di cocco, la gelatina di lime e rum, le violette e i graham crackers!!
    Insomma un capolavoro...come le foto!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  17. Ellapeppa!! 3 cose una più buona dell'altra! la gelatina sopra la pannacotta mi piace un sacco! ma non l'ho mai provata (ecco già appuntata) i crackers... sono magnifici Greta, davvero

    RispondiElimina
  18. Greta hai sfornato dei capolavori,sia da guardare perche' sembrano proprio dei quadri di primavera sia da mangiare perchè sono arci convinta che devono essere stati di una bontà unica.
    Un bacione e buona serata.

    RispondiElimina
  19. che botta di estate!!!!!!!!!!!!!! ci vuole proprio oggi...

    RispondiElimina
  20. Ma che cosa sei? hai sentito il click della mia mascella che si sganciava? Tu sei il mio mito. Stai tirando fuori delle ricette che sono una piu meravigliosa dell'altra, corredate da immagini che fanno sognare...e poi cos'e sta cosa dei cocktail? Sono troppo curiosa. Mi vai a lavorare in un bar? Tu sei capace di tutto quindi aspetto di scoprire il segreto! Sei una forza. Pat

    RispondiElimina
  21. una bella ricetta anche i fiori comunicano qualcosa di piacevole

    RispondiElimina
  22. posso avere autografo e miniatura tua da mettere nel mio comodino tipo santino da pregare ogni sera cosi da poter diventare brava come te??? santi numi!!!! è una meraviglia *____*

    RispondiElimina
  23. Mi unisco a Debora...se posso avere anch'io un tuo santino mi farebbe piacere! Sembra un quadro da quant'è bello il tutto, la ricetta, la foto, gli ingredienti...tutto splendido! Grande Greta!

    RispondiElimina
  24. Una vera poesia questa panna cotta fiorita e profumata! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  25. La cucina coi fiori è una delle mie grandi passioni! Questa ricetta è uno spettacolo! e bellissime le foto, vorrei rubarti un a cucchiaiata! a prestissimo!

    RispondiElimina
  26. ciao greta! questo piato è bellissimo! Anzi, incantevole :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  27. nn sapevo che le gelatine nn fossero tutte uguali, che ci fossero quelle oro! Questo piatto è bellissimo, un capolavoro! I fiori, i profumi, i sapori che si fondono..che bello!

    RispondiElimina
  28. ciao.. bellissima panna cotta, io adoro il cocco e un giretto ai caraibi con la mente lo farei volentieri.. buonissima!!! volevo chiederti una cosa, ma la gelatina oro dove la trovi?? grazie tiziana

    RispondiElimina
  29. Ciao Stellina... mi manchi, i tuoi bei post, la tua classe, i tuoi dettagliatissimi racconti, le tue foto da urlo che mi fanno sognare e ogni volta innamorare di qualche preparazione... ma so... dunque buon lavoro e riposati se riesci ogni tanto!
    Un bacio e un abbraccio stretto! ^__^ any

    RispondiElimina
  30. ..da quel che capisco sei presa dal lavoro, dato che notavo la tua "assenza dagli schermi" :) questa pannacotta è veramente un capolavoro, sei davvero brava
    un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
  31. Complimenti per il tuo blog, davvero interessante! da oggi ti seguo, se ti va, passa anche tu da me

    RispondiElimina
  32. che bel blog, mi unisco ai tuoi lettori.
    passa a trovarmi:

    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina
  33. Che adoro tutto quello che fai...Quante volte te l'ho detto? Mai abbastanza, che meraviglia!
    In verità sono passata a dirti che ieri ho fatto il quarto sorteggio di “dai! ci scambiamo una ricetta?” passa, se non l’hai già fatto a controllare chi è il tuo compagno di scambio…
    Sono super in ritardo scusami…se ho sbagliato qualcosa avvisami e cerca di essere paziente )
    Un abbraccio
    Cinzia

    RispondiElimina
  34. questa ricetta è assolutamente squisita! Dessi

    RispondiElimina
  35. sembra un quadro impressionista! meraviglioso!

    RispondiElimina
  36. Non ho mai provato questo dolce, deve essere buonissimo! Complimenti per la ricetta!

    Ciao, Ennio.

    RispondiElimina
  37. ho appena scoperto quanto sia buono il latte di cocco!!! ora nn mi posso esimere!

    RispondiElimina
  38. che ricetta!!! :D complimenti per il blog se ti va passa qui http://i-dolci-di-vale.blogspot.it/ mi farebbe piacere ciaoo a presto :D

    RispondiElimina