domenica 28 settembre 2014

Un po cremino, un po Alexander, per un MTC adults only!



Torno a parlare di cibo dopo mesi di stanchezza, spesso il silenzio serve anche a mettere a fuoco emozioni latenti e allora eccomi di nuovo qui a rendere omaggio ad un "gioco" intelligente, culturalmente appagante e decisamente stimolante. Questo mese l'MT ChallengeAcquaviva ci portano in viaggio attraverso le mille strade del riso e delle sue cotture, come mio solito mi complico la vita, quindi ho unito una classica cottura al latte ad una preparazione che strizza l'occhio al bere miscelato, pensando ad un Alexander ho aggiunto il Cognac, un pizzico di noce moscata ed ho sostituito la crema di cacao scura con del cioccolato fondente. Hic!



Alexander gelato di pudding di riso 

Ingredienti:
200gr di riso Arborio
500gr di latte intero
250gr di panna liquida
100gr di zucchero semolato
1 pizzico di sale
1 pizzico di noce moscata
50ml di Cognac
cioccolato fondente




Preparazione:
cominciamo preparando il riso al latte, è una preparazione che conserva ancora gesti semplici, antichi e un profumo che ti riconcilia col reato, prima di perdermi di nuovo vado avanti con la ricetta. Il riso va lavato sotto l'acqua corrente in un setaccio, fino a che l'acqua che ne fuoriesce non è completamente limpida, quindi va sbianchito, portandolo a bollitura in una pentola colma d'acqua, dopo un paio di minuti dal primo bollore scolare il riso sotto l'acqua fredda. Riportate il riso nel pentolino, copritelo con il latte, la panna, lo zucchero e la noce moscata, portate a bollore su fuoco dolce e lasciate cuocere per circa 45 minuti, mescolando spesso perchè non si attacchi al fondo. Il risultato sarà un pudding molto cremoso, a questo punto aggiungere il cognac, trasferite il tutto in una ciotola, mescolate e lasciate raffreddare leggermente prima di trasferire il pudding negli stampini per ghiaccioli. Riempite gli stampini fino all'orlo, battendo per eliminare eventuali bolle d'aria, inserite lo stecchino e mettete in congelatore per una notte. Il giorno dopo basterà sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente, io ne ho usato uno al 70%, e colarlo sui ghiaccioli di pudding, vedrete che si solidificherà subito a contatto con il gelato. Mangiare con moderazione!


Con questa ricetta partecipo al MT Challenge di settembre




16 commenti:

  1. l'alexander, mito della mia tarda adolescenza! In versione ghiacciolo potevo arrivare a concepirlo,ma a base di riso... ci volevi proprio tu! Grazie!

    RispondiElimina
  2. Tra le foto e la ricetta non so che dire: meno male che hai deciso di tornare in cucina!

    RispondiElimina
  3. Che idea geniale.... Bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  4. caspiterina!!!! No... CASPITERINAAAAA!!!!!

    RispondiElimina
  5. Rimango sempre basita davanti alla fantasia senza limite che i partecipanti all'MTC riescono ad esprimere!

    RispondiElimina
  6. Mi piace davvero tantissimo. Altro che mangiare con moderazione!!! Chi si ferma più :-P

    RispondiElimina
  7. L'Alexander....che ricordi mi susciti...ma grazie!!!
    Complimenti per le foto, e se posso, per il modello (tanto mio marito non gira per blog, quindi questo commento non lo leggerà mai;-)

    RispondiElimina
  8. Quand'è che ti fanno vincere? Questa secondo me è la volta buona!
    Sei da togliere il fiato. Un bacio grande cara Greta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stavolta, per un soffio.
      l'ennesimo, porcapaletta...

      Elimina
  9. Mi aveva incantato la foto vista di sfuggita su Facebook, e ora leggendo la ricetta capisco che c'è ben altro, oltre alla foto, così guduriosa, del cioccolato che fa crock sotto i denti (oh, io lo sento, giuro)! Un Alexander, il riso latte e il gelato.. tu mi vuoi fare morire :)

    RispondiElimina